Condividilo:

 

 

“L’odio più fero è spesso il rantolo velenoso di un amore ferito, oppure l’urlo di rabbia di un desiderio selvaggio e inappagato. L’amore è l’origine di ogni tragedia, l’ingrediente essenziale del bene e del male”

il metodo della fenice

Il metodo della fenice di Antonio Fusco edito da Giunti Editore è la terza indagine del commissario Casabona.

Leggi qui le recensioni dei libri precedenti!

Novembre, la cittadina della Toscana, si prepara ad affrontare un lungo e rigido inverno. Novembre, è da sempre classificato il mese dei morti e della pioggia; infatti, una telefonata sveglia la centrale di polizia.

Sotto il vecchio ponte di Campanelle, ai confini con il bosco, viene ritrovato il corpo di una giovane donna, nudo e carbonizzato parzialmente. Subito, vengono individuati dei probabili indizi, ma Casabona sa che non è tutto così semplice.

Casabona, uomo umano, sensibile e con un quoziente intellettivo molto elevato, subito sente puzza di fregatura. Qualcuno sta cercando di insabbiare la verità.

Qualcuno, vuole vedere il fuoco della vendetta ardere sino in fondo, per poi rinascere a una nuova vita, proprio come fa la fenice. La fenice, infatti,  è quell’uccello leggendario presente in molti miti dei popoli antichi, che dopo la morte risorge dalle proprie ceneri. Il significato, infatti, simboleggia morte e resurrezione.

“Ho il potere di deporre la mia anima e il potere di riprenderla” – Il metodo della fenice 

Mi piace come scrive, mi piace come spiega anche al lettore i meccanismi di un’indagine.  Sa trasmettere il brivido dell’indagine, e non chiedetemi il perché io sia così patita del genere. Ma quando gli autori sanno fare bene il loro lavoro e portano il lettore a scoprire le giuste ipotesi e vedere se l’idea iniziale fosse giusta o meno, credo che abbiano vinto.
L’autore ha inserito anche negli altri libri piccoli flash della vita personale del commissario e del  rapporto  che ha con la sua famiglia, moglie e figli.
In conclusione, credo che Antonio Fusco abbia creato il giusto personaggio, e che con lui abbia vinto e continuerà a vincere.
Spero che le mie recensioni vi abbiano incuriosito!
Condividilo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.